Lo Zinco Inibisce il Coronavirus: Dallo studio scientifico alla pratica per assimilarlo nell’alimentazione

L’aumento della concentrazione intracellulare di Zinco (Zn2+) può compromettere efficacemente la replicazione di una varietà di virus RNA, compresi il poliovirus e il virus dell’influenza (Coronavirus). Per alcuni virus questo effetto è stato attribuito all’interferenza con l’elaborazione delle poliproteine virali. Nello studio sotto riportato: “Zn2+ Inhibits Coronavirus and Arterivirus RNA Polymerase Activity In Vitro and Zinc Ionophores Block the Replication of These Viruses in Cell Culture, Autori: Velthuis, Van den Worm, Van Hemert” è stato dimostrato che la combinazione di Zn2+e PT a basse concentrazioni (2mMZn2+e 2mM PT) inibisce la replicazione del virus della SARS-coronavirus (SARS-CoV) e del virus dell’arterite equina (EAV) in coltura cellulare.

Gli ioni di zinco sono coinvolti in molti processi cellulari diversi e si sono dimostrati cruciali per l’attività di vari enzimi cellulari e fattori di trascrizione. Zn2+è probabilmente un cofattore importante per numerose proteine virali. È interessante notare che negli studi di coltura cellulare, le elevate concentrazioni di Zn2+ e l’aggiunta di composti che stimolano l’importazione cellulare di Zn2+, come l’hinokitol (HK), il pirrolidinditiocarbamato (PDTC) e il pirithione (PT), sono stati trovati a inibire la replicazione di vari virus RNA, tra cui l’influenzavirus, il virus sinciziale respiratorio e diversi picornavirus.

Sintesi:

L’aumento intracellulare Zn2 + è noto per compromettere efficacemente la replicazione di un certo numero di RNA virus, ad esempio interferendo con il corretto pro-cessing proteolitico di poliproteine virali. In questo studio è dimostrato che la replicazione di corona e arterivirus può essere inibita da livelli aumentati di Zinco Zn2+.

Ma in pratica quali sono gli alimenti vegetali con più alto contenuto di Zinco?

Di seguito vediamo insieme gli alimenti di origine vegetale con i più alti livelli di zinco per 100 grammi:

Semi di sesamo ( 11.16mg , 117 % Valore giornaliero )

Semi di canapa ( 11.5mg , 77 % Valore giornaliero )

Semi di zucca ( ​​10.3mg , 69 % Valore giornaliero )

Semi di anguria ( 10.2mg , 68 % Valore giornaliero )

Anacardi ( 5.8mg , 39 % Valore giornaliero )

Semi di girasole ( 5 mg , 33 % Valore giornaliero )

Semi di lino ( 4.34mg , 29 % Valore giornaliero )

Semi di Chia ( 3,5 mg , 23 % Valore giornaliero )

Ceci ( 1.5mg , 10 % Valore giornaliero )

Funghi Shittake ( 1.33mg , 9 % Valore giornaliero )

Lenticchie ( 1.3mg , 8 % Valore giornaliero )

Piselli ( 1.2mg , 8 % Valore giornaliero )

Quinoa ( 1.1mg , 7 % Valore giornaliero)

Prezzemolo ( 1.1mg , 7 % Valore giornaliero )

Fagioli ( 1,0 mg , 7 % Valore giornaliero )

Spinaci ( 0.53mg , 6 % Valore giornaliero )

Creme di funghi ( 0.52mg , 5 % Valore giornaliero )

Avocado ( 0.6mg , 4 % Valore giornaliero )

More ( 0,5 mg , 4 % Valore giornaliero )

Lamponi (0,4 mg , 3 % Valore giornaliero )

Datteri ( 0,4 mg , 3 % Valore giornaliero )

Melograno ( 0.35mg , 2 % Valore giornaliero )

Banane ( 0,2 mg , 1 % Valore giornaliero )

Fichi ( 0,2 mg , 1 % Valore giornaliero )

Traduzione ed estratto di © Lorenzo Di Sandro

RIPRODUZIONE CONSENTITA CITANDO LA FONTE

Studio originale: Zn 2+ Inhibits Coronavirus and Arterivirus RNA Polymerase Activity In Vitro and Zinc Ionophores Block the Replication of These Viruses in Cell Culture