La Dottrina del “Covid Shock” e come batterla – Chiamata alla legittima difesa per anime sensibili

Chi ha letto il libro fondamentale di Naomi Klein, The Shock Doctrine [“La Dottrina dello Shock” NDT], ricorderà come il “breve e brusco shock” (principalmente economico) sia stato lo strumento ideato dalla Chicago School of Economics per creare un cambiamento di regime nei paesi che hanno resistito alle prese di potere egemoniche degli Stati Uniti negli anni Ottanta e Novanta.

Questa rapina neocoloniale è stata praticata in diversi paesi sudamericani, in Medio Oriente e anche nell’Europa dell’Est, dove, nel 1989, il movimento di Solidarietà della Polonia è stato minato da Jeffrey Sachs della Scuola di Chicago che si spacciava per un libertario anticomunista portatore di doni dall’Occidente.

Un calice avvelenato, come si è scoperto, quando Sachs si è infiltrato nel nuovo movimento politico molto popolare guidato dai lavoratori, noto come La Terza Via, e ha messo a terra la Polonia con un prestito draconiano del FMI le cui condizioni di rimborso hanno distrutto la base industriale del paese.

Uno scenario molto simile si è ripetuto in Grecia, la cui popolazione sta ancora lottando per lo stesso trattamento riservato dalla Commissione Europea, dal FMI e dalla Banca Centrale Europea, conosciuta collettivamente come Troika. [Attacco  ora in atto in Italia NDT]

Ora “La Dottrina dello Shock” è tornata di nuovo con noi – con una vendetta. Ma questa volta non si tratta solo di una ricetta nazionale per lo shock, ma di una globale, eseguita sulla base della premessa di un pericoloso virus che si suppone sia fuggito da un laboratorio di Wuhan, in Cina, a fine anno.

La prima mossa di quest’ultimo tentativo di grande rapina è stata quella di far rinchiudere in casa propria circa la metà della popolazione e di indurla in uno stato di paralisi da paura. Una formula che viene attivata dai media mainstream ‘istruiti’ che diffondono un allarme di panico per il virus che si insinua in tutte le vie della vita e che causa una qualche forma di malattia non curabile.

L’efficacia di questo programma di indottrinamento basato sulla paura è stata notevole. Un recente sondaggio d’opinione nazionale condotto nel Regno Unito suggerisce che più del 60% del pubblico britannico – credendo in ciò che sente e soffrendo di conseguenza i sintomi della paura Covid – non vuole che le misure di isolamento siano revocate o addirittura mitigate. Questo potrebbe essere spiegato dal fatto che la BBC – un magistrale diffusore di disinformazione politica – è considerata da molti nel Regno Unito come “dio”, seguita a ruota dalla Regina, nella cui tenuta è ospitato il Pirbright Institute [un istituto di ricerca in Inghilterra, dedicato allo studio delle malattie infettive degli animali da allevamento. NDT] , che ha ufficialmente registrato un brevetto per il Coronavirus e sta sviluppando un vaccino Covid-19.

Le tattiche attualmente in uso si basano sull’inganno deliberato, sull’ingegneria sociale pianificata e sulla psicologia comportamentale applicata, che vengono sperimentate su ampie fasce della popolazione mondiale attraverso un mezzo di comunicazione completamente conforme, che lavora di pari passo con una cabala corporativa, bancaria e politica, il cui obiettivo è il controllo totalitario di tutte le vie della società umana e del cervello umano.

Finché le azioni intraprese in relazione alla grande truffa di Covid possono continuare ad essere vendute come un vero e proprio tentativo di proteggere i cittadini, piuttosto che fotterli, l’isolamento può essere in gran parte mantenuto, consentendo l’attuazione di una rapida dissacrazione dei diritti costituzionali fondamentali dei cittadini che vivono in quelli che sono considerati paesi “democratici”.

Ma non appena una massa critica vedrà oltre il velo e cesserà di bere le menzogne, le carte in tavola saranno rovesciate; un evento che potrebbe portare a una resa dei conti tra un riconoscimento della verità che emerge costantemente e una “fortezza della menzogna” che si sta rapidamente fratturando. Il nostro compito in questo momento è quello di facilitare questo processo.

Nonostante il fatto che tutte le morti premature evitabili portino con sé un vero senso di perdita, l’assurda assurdità di fingere che il rilascio di un virus riconosciuto come un ceppo di influenza comune debba costituire un valido motivo per distruggere miliardi di vite umane e di fonti di reddito, da un capo all’altro del mondo, deve essere rivelato per quello che è: un atto di genocidio premeditato.

È passato abbastanza tempo e si sono accumulate prove sufficienti per sapere che il bilancio delle morti attribuito a Covid-19 – per quanto le statistiche siano lontanamente imprecise – è inferiore alla perdita media di vite umane causata dal ciclo annuale standard dell’influenza invernale nei paesi dell’emisfero nord – e solo una frazione dei decessi dovuti al cancro, alle malattie cardiache e alle altre principali malattie a cui l’uomo moderno tipicamente soccombe.

Quindi, invece di riversare sugli oceani le prove epidemiologiche come se si trattasse di un addestramento per acquisire un dottorato di ricerca in virologia, dobbiamo rivolgerci al nemico e agire direttamente per fermare l’avanzata della macchina della menzogna. Studiare i piccoli dettagli di ciò che costituisce esattamente le parti costitutive di questo particolare ceppo di malattia, è una deviazione che non possiamo permetterci di indulgere. Lasciamo che i medici specialisti si occupino di questo; ma facciamo sì che il resto di noi salti in piedi e chiuda la porta principale che protegge le nostre libertà più fondamentali dall’essere sventrate proprio davanti ai nostri occhi.

Jesus-cleanses-the-temple_ (1)

I medici,

riconoscendo di essere stati profondamente fuorviati sulla natura di questa cosiddetta “pandemia”, devono rifiutarsi di assecondare le menzogne. Dovrebbero formare i propri comitati informali in cui condividere le loro conoscenze e aiutare chi ne ha bisogno utilizzando le migliori pratiche e il buon senso. Migliaia di persone rischiano di rompere il giuramento di Ippocrate seguendo direttive che sfidano la logica e il pensiero razionale.

Nell’ambito della professione legale,

tutti coloro che conservano un certo grado di giudizio umano esigono che sia presentata un’ingiunzione immediata di emergenza presso l’alta corte di giustizia del loro paese, che porti all’emissione di un’ordinanza del tribunale contro tutti i tentativi di cambiare le costituzioni nazionali e altri atti giuridici “in loco”, senza alcun dibattito o opportunità per coloro che sono sotto attacco di esporre il loro caso e difendere i loro diritti legittimi.

Che tutti coloro che lavorano nel campo della comunicazione e dei media riconoscano di avere la responsabilità morale ed etica di fare qualcosa di più di una semplice ripetizione superficiale di ciò che sono pronti a denunciare. Troppo spesso i giornalisti oggi si comportano come robot – senza mai esplorare e riferire sui temi più profondi che si celano dietro le notizie importanti. I redattori sono altrettanto colpevoli, se non di più. Entrambi tendono a farsi passare per mano di miliardari e governi corrotti.

Che questi individui si rendano ora conto di avere il dovere di informare il pubblico in generale sul fatto che coloro di cui riportano le dichiarazioni agiscono nell’interesse o nell’abuso della salute e del benessere del grande pubblico che dovrebbero servire.

I Giornalisti

di tutte le categorie hanno un ruolo vitale da svolgere in questo momento. Se agire in modo responsabile significa farsi cacciare dal proprio lavoro – e così sia – si riacquisterà almeno una coscienza benedicente e si vincerà l’opportunità di fare gruppo insieme agli altri membri della resistenza, per formare nuove vie di comunicazione indipendenti, reali e necessarie, e quindi trasmettere parole di illuminazione, piuttosto che essere complici di un ulteriore ammutolimento degli altri esseri umani.

Insegnanti,

smettetela di costringere i bambini rinchiusi a stare seduti per ore dietro gli schermi dei computer. Il danno che ne deriva è di gran lunga superiore al valore dell’insegnamento e fa sì che i genitori abbiano il compito di agire come psicologi per i propri figli distratti. Questa tortura deve cessare, come del resto ogni sconsiderato rispetto dei programmi educativi dello Stato.

A tutti coloro che sono in qualsiasi grado consapevoli,

indipendentemente dalla professione, dal lavoro o da altri interessi diversi, è il momento di unirsi alla causa. La causa di salvare famiglie, amici e comunità dalla schiavitù di quella che si è sempre più dimostrata una cabala dispotica, sinistra e spietata, pienamente intenzionata a distruggere lo Stato di diritto e a sostituirlo con uno Stato di polizia fascista. Non serve a nulla nascondere la testa sotto la sabbia e pregare che non si arrivi mai a questo. E’ tutto già in atto – e noi dobbiamo agire di conseguenza.

dovere

Come ha detto recentemente un membro anziano della Camera dei Lord britannica: “Storicamente la tirannia non è imposta, la gente dà via la propria libertà per la sicurezza”. Beh, ne abbiamo abbastanza di questo tipo di codardia, e per di più – non c’è “sicurezza” dall’altra parte di questa particolare medaglia. Non agire in difesa della vita quando è ovvio che ogni aspetto prezioso della vita è sotto attacco, significa essere complici del crimine.

Un’altra preveggente affermazione conclude: “Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere”. Ognuno di noi deve essere pronto ad agire ora. Non acconsentite ad essere trattati come un automa senza cervello se non lo siete. Martellate coloro che ricoprono posizioni di responsabilità e non permettete loro di seguire semplicemente il copione che gli è stato detto di adottare.

Ricordate loro che il loro sostegno al piano del “Covid Shock”, di mettere una palla al piede del tutto sproporzionata, ai diritti costituzionali fondamentali dell’individuo, usando la scusa che stanno proteggendo la salute della popolazione, è una negligenza criminale del dovere, che non reggerà in tribunale. E già che ci siete, dite loro che non acconsentite a essere irradiati da microonde WiFi 4/5G emesse da reti di telecomunicazione, trasmettitori e piloni eretti senza alcuna consultazione o approvazione pubblica.

Non abbiamo altra scelta se non quella di riprendere il controllo dei nostri destini individuali e gettare via le catene dell’ipnosi sotto le quali troppi hanno operato alla cieca per troppo tempo.

Questo è un momento di buon auspicio per l’umanità – quindi non abbiate paura. Una volta imboccata questa nuova strada ci troveremo guidati da poteri molto più grandi di quelli che cercano di schiavizzarci. Questo è il richiamo a cui non possiamo sottrarci. Facciamo un passo avanti con coraggio e abbracciamo la sua natura radicale, ci riuniamo ora nell’impegno comune di accendere il fuoco della verità e della giustizia – e di mantenerlo acceso per sempre.

Julian Rose*

*Scrittore, coltivatore biologico, attivista internazionale e praticante/insegnante olistico. Due dei libri di Julian “Soluzioni creative per un mondo in crisi” e “Superare la mente robotica – Perché l’umanità deve passare” sono letture particolarmente preveggenti per questo tempo. Vedi www.julianrose.info per maggiori informazioni.

Traduzione di: Lorenzo Di Sandro

RIPRODUZIONE CONSENTITA CITANDO AUTORE – TRADUTTORE E FONTE

Articolo originale: https://www.activistpost.com/2020/05/the-covid-shockdown-doctrine-and-how-to-beat-it.html?utm_source=Activist+Post+Subscribers&utm_medium=email&utm_campaign=ddea97e9ba-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_term=0_b0c7fb76bd-ddea97e9ba-387838753

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *